LAVORARE TOCCANDO IL CIELO. Io e il mio compagno, nonché socio, siamo arrivati ad Elva circa 14 anni fa. Vivevamo a Busca e si lavorava a Cuneo e dintorni. E’ stato un totale cambiamento di vita, molto piacevole per la bellezza che ci circonda e che ci da modo di riflettere e meditare. Non è stato facile vivere ad Elva: l’entusiasmo era molto alto, ma ci sono stati momenti molto difficili, il tempo e la necessità ci hanno aiutati a superarli. La nostra “Locanda San Pancrazio” è conosciuta sia in Italia e soprattutto all’estero. E spero, sono quasi sicura, con un giudizio positivo. E’ stupendo vedere e ascoltare come sono accolti i piatti della nostra cucina, soprattutto dagli stranieri, ma anche dagli italiani. La convivenza con le persone che vivono e sono nate ad Elva è stata, ed è facile, anche se non sempre entusiasmante. Il merito di tutto questo va ad alcune persone che vivono ancora e sono vissute ad Elva, qualcuno purtroppo non c’è più ci mancano tanto. Spero che il futuro sia ancora migliore, e che qualche incomprensione venga superata. In un sincero spirito di convivenza e collaborazione tra tutti. E’ mattino. Il cielo e le montagne offrono una visuale stupenda. Sembra di toccare il cielo. Non manca la musica dei campanacci: le mucche sono tornate, il solitario inverno è davvero finito.(Caterina Rostagno, racconta di quando gestiva la Locanda San Pancrazio: ci ha purtroppo lasciati nell'estate 2016, dopo una malattia )

 

 

 

seguici su facebook